Viola la normativa privacy il blogger che parla del personaggio famoso sul proprio blog?

blog e pubblicazione articoli persone famose privacy

Non commette un illecito il blogger che riporta sul proprio sito notizie e commenti anche senza autorizzazione, sempre che lo faccia nel pieno rispetto dei diritti, delle libertà fondamentali e della dignità dei soggetti che menziona nei propri scritti. Per i blogger, infatti, valgono le medesime garanzie previste per i giornalisti.

Questo è quanto stabilito da un provvedimento del Garante Privacy, che ha rigettato il ricorso di un personaggio famoso che aveva chiesto l’eliminazione da un blog di un articolo relativo a sue vicende sentimentali e giudiziarie. Il personaggio ne aveva richiesto la rimozione, in quanto lamentava la violazione della propria privacy, a causa della diffusione dei suoi dati personali online senza previo consenso.

Il Garante ha chiarito che l’attività di blogger, relativamente al trattamento dei dati personali, rientra nel concetto di giornalista, regolato in materia di Privacy, dall’art. 136 del Codice, nello specifico, è la lettera c) comma 1 del medesimo articolo che ne prevede la possibile estensione alle altre attività di manifestazioni del pensiero, anche se non effettuate da professionisti del settore del giornalismo.

Recita l’articolo 136:

Art. 136. Finalità giornalistiche e altre manifestazioni del pensiero

  1. Le disposizioni del presente titolo si applicano al trattamento:
  2. a) effettuato nell’esercizio della professione di giornalista e per l’esclusivo perseguimento delle relative finalità;
  3. b) effettuato dai soggetti iscritti nell’elenco dei pubblicisti o nel registro dei praticanti di cui agli articoli 26 e 33 della legge 3 febbraio 1963, n. 69;
  4. c) temporaneo finalizzato esclusivamente alla pubblicazione o diffusione occasionale di articoli, saggi e altre manifestazioni del pensiero anche nell’espressione artistica.

Così l’Autorità Garante ha rigettato il ricorso del personaggio famoso, affermando che riprendere notizie da altri articoli e dal sito stesso del personaggio famoso e riportarle in un blog, senza il consenso dell’interessato, non costituisce violazione del Codice Privacy, anche in considerazione dei principi previsti dal Codice deontologico dei giornalisti.

La riservatezza del personaggio pubblico ha infatti carattere più limitato rispetto a quella delle persone comuni, esporsi ha i suoi pro e i suoi contro e, talvolta, è necessario accettare il compromesso.

Peraltro, generalmente i blog sono attività svolte senza scopo di lucro, a meno che sugli stessi non compaiono banner pubblicitari, in tal caso, in considerazione della prevalenza o meno della pubblicità ivi presente rispetto all’attività di manifestazione del pensiero di carattere diciamo personale, l’attività di blogger potrebbe diventare attività a fini di lucro, in queste circostanze, occorre fare attenzione, ad esempio, alle immagini dei personaggi famosi che vengono utilizzate, per queste potrebbe infatti essere necessario il previo consenso allo sfruttamento. A volte si tratta anche di doppio consenso: quello del personaggio ritratto e quello del fotografo che ha scattato l’immagine fotografica.

 

Annalisa Spedicato – Avvocato Esperto in IP ICT e Privacy

RICHIEDI CONSULENZA

 

Autore Annalisa Spedicato

Avvocato Esperto in IP ICT e Privacy