Realizzazione siti ecommerce e business online, regole e vantaggi

business-online

La Camera di Commercio di Milano presenta i numeri delle imprese italiane sbarcate sulla rete e delinea i vantaggi di fare business online.

 

15 Mila le imprese attive in internet, con un fatturato di 10 miliardi di euro e addetti fino a 21 mila. Tra i settori spiccano i servizi di hosting, il commercio elettronico e i portali web.

Prime in classifica le imprese delle città di Milano e Roma, seguono Torino, Brescia e Bergamo. Le imprese con un più alto numero di giovani invece si trovano a Caltanissetta e Matera.

La Camera di Commercio di Milano ha presentato i numeri delle imprese attive sulla rete internet, che risultano essere aumentate più del 54% in tre anni.

Assieme ai dati, la Camera di Commercio meneghina ha pubblicato uno studio effettuato in collaborazione con il dipartimento di Scienze giuridiche dell’Università di Milano sul commercio elettronico dal titolo “L’impresa e il commercio elettronico: opportunita’, normativa, sicurezza”, in cui e’ stato stilato un decalogo utile per tutte le imprese che intendono vendere on line i propri prodotti o i propri servizi. Nello studio si rammenta a chi intende avviare un’attivita’ di vendita in rete di fare chiarezza nei contratti e nei prezzi pubblicati su internet, di scegliere debitamente i mezzi di pagamento, rivolgendosi sempre a vettori/spedizionieri sicuri e affidabili, di realizzare il sito web multilingue e curare particolarmente le relazioni sui social network.

Di seguito il decalogo pratico per le imprese realizzato dalla Camera di Commercio di Milano in collaborazione con l’Universita’ di Milano:

  • Compiere un’analisi chiara e completa delle norme che regolano il settore;
  • Redigere accuratamente contratti e policy, predisponendo condizioni generali di vendita, descrizione del prodotto, costo complessivo del bene, informazioni sul diritto di recesso, modalità di restituzione del reso in caso di recesso, termini di garanzia e modalità di esercizio, foro competente, diritti in capo al consumatore ecc con attenzione particolare alle informazioni precontrattuali pubblicate sul web;
  • Utilizzare una tecnologia efficiente, scegliendo nel modo piu’ corretto la piattaforma e specifici sistemi di gestioni dati adatti alla propria azienda;
  • Optare per uno o piu’ sistemi di pagamento rapido e sicuro;
  • Scegliere un vettore/spedizioniere che garantisca la consegna del bene, nel caso il commercio elettronico sia basato sulla vendita di beni fisici e non digitali;
  • Essere chiari nell’indicare il prezzo finale, cioe’ il prezzo complessivo: quanto il prodotto verra’ effettivamente a costare all’acquirente compreso di accessori, spedizione, eventuale confezione regalo, e altri onori e tasse;
  • Rispetto del consumatore diffidente e conseguente attenzione a fornire i chiarimenti sui dubbi che possono sorgere in ogni momento dell’acquisto;
  • Disporre di traduzione in diverse lingue dei contenuti del sito per poter operare con consumatori esteri;
  • Fare attenzione al post-vendita, ai feedback e ai commenti dei consumatori nei social network e forum/blog di discussione per curare il rapporto con il cliente anche dopo l’acquisto, soprattutto se lo stesso ha delle rimostranze da fare, evitando che circoli “pubblicita’ negativa virale”;
  • Usare la tecnologia per dialogare e agevolare i clienti/utenti predisponendo form e moduli per, ad esempio, richiedere fattura elettronica, esercitare il diritto di recesso o per manifestare il consenso in tema di protezione dei dati personali.

Ricorda la Camera di Commercio di Milano, che il commercio elettronico è un vantaggio fondamentale per le imprese, innanzitutto perché riduce i costi di gestione e organizzazione dell’impresa e perché fondamentalmente l’attività resta comunque aperta al pubblico 24 ore su 24.

Per aprire un’attività di commercio elettronico è necessario innanzitutto scegliere debitamente il nome a dominio e registralo, controllando preventivamente che non vi siano anteriorità invalidanti (tipo marchi identici o simili già registrati), stipulare un contratto di hosting/housing per disporre dello spazio web su cui allocare il sito attraverso cui verranno offerti e venduti i propri prodotti/servizi sulla rete internet, realizzare o far realizzare da persone competenti il proprio sito web, accertandosi di disporre di un sito non solo cosiddetto “vetrina”, ma di un’apposita piattaforma approntata per la vendita, stipulare i relativi accordi con spedizionieri/vettori e con fornitori dei sistemi di pagamento online che garantiscano sicurezza, regolamentare in modo corretto il sito web secondo quanto predisposto, in particolare, dal Codice del Consumo e dalla normativa Privacy anche in relazione alle attività di marketing e web marketing, inclusi concorsi a premio, omaggi o card speciali, che verranno effettuate nel corso dell’attività. Fondamentale per un successo nell’attività online è gestire correttamente la propria immagine sulla rete, anche attraverso un’ accurata attività di web marketing e di pubbliche relazioni sui social network programmata e pianificata ad hoc.

 

Coloro che intendono avviare una nuova attivita’ online o estenderne una gia’ esistente, possono rivolgersi a noi, siamo consulenti esperti nel settore e forniamo ai net-imprenditori i servizi necessari.

 

CONTATTACI

Autore Marco R

Specialista Web Communication